Poesianonima

Nascoste in un pertugio invisibile di impulsi elettrici
piccole sinapsi in codice binario convertite in affetti
proiettate su una retina rivestita da endorfine positive
trasmessa infetta e travestita da candido metaromanticismo
dai dettagli cromatici indelebili degli endecasillabi
su più di uno strato viscoso di latice plasmato e posato.
Il tuo anonimo affetto circoscritto ai dettami d’opinione
delineato senza i pastelli e filtrato in carta di carbone
umidificato in sfumature spugnate dall’intorpidirsi dei sensi
questo sentimento che batte toc-toc sulla soglia d’orgoglio
lasciando scorati i rumori di un soffio di tempo sbiadito
e veleggerà sereno verso l’approdo degli amanti passati.