Lunedinsella – E Jorge Lorenzo???

Lunedì scorso, sono cominciati a Sepang i test della MotoGp.

Diciamoci la verità. Ci aspettavamo solo due scenari possibili: Lorenzo velocissimo come Stoner nel 2007; Lorenzo nella merda come Rossi nel 2011.
E invece?
E invece non è chiaro se sia o meno nella merda, ma è chiaro che non è velocissimo. Quando può, il maiorchino gira più rapido di tutti, costantemente e da subito. Se non lo fa, significa che non ne ha. Fine.
In sintesi, Lorenzo non si trova male, ma la caterva di dollari che arrivano dalla Audi non sono per non trovarsi male.

È pagato per far sviluppo un certo Casey Stoner, pilota australiano capace di fare 1’59.7 su una pista non ancora gommata mentre il resto del mondo gira 2 secondi più lento.
È mancato nelle dichiarazioni post-Sepang un “Lorenzo può vincere il titolo”, esattamente come è mancato un “grazie Stoner per avermi chiarito alcuni dettagli sulla Gp17”. Hanno girato due volte assieme e due volte l’australiano era davanti.
Ogni volta che gira Casey, noi tifosi soffriamo, e la Ducati fa la figura di chi si compra la Q7 per parcheggiarla in cortile. Il 31enne ha ancora molta stoffa, e lo dicono i risultati, anche se sono solo test.

Sono solo test anche per Dovizioso. Il forlinese dichiara di trovarsi molto bene e, non a caso, dimostra di avere un discreto feeling con la Gp17. Feeling che non manca nemmeno al sorprendente Bautista, pilota titolare di un iride 125 e poi dimenticato tra Suzuki, Honda Clienti e terrificanti Superbike firmate Aprilia travestite da MotoGp. Lo spagnolo è salito sulla Ducati dello scorso anno, e ha cominciato a girare più veloce di Lorenzo, Rossi, Iannone, e Pedrosa. Tutto questo di continuo e con una facilità imbarazzante. Ovviamente non è candidato al titolo, ma è il miglior spot pubblicitario per la rossa di Dall’Igna.

La promozione alla Yamaha la fa invece il francese Zarco, due volte iridato moto2 e due volte in Top10 nei test di settimana scorsa. Mercoledì si è messo dietro le Suzuki e ha dimostrato di poter migliorare giorno dopo giorno. Come Bautista, non è candidato al titolo, ma sta andando bene e allunga la lista di papabili nella lotta al podio.
Fa il promoter anche Iannone che, parafrasando, condivide la sua impressione su quanto il telaio Ducati faccia cagare rispetto a quello Suzuki. E per dimostrarci che è vero (cit. Elio e le Storie tese) si piazza in prima posizione nella seconda giornata di Test.

Apatico come un’ameba il buon Vinales, recentemente lasciato dalla fidanzata. Per mediaset non è un Big, dato che martedì (Vinales secondo e Rossi quarto) il main-title recitava “Rossi migliore dei Big”. Per ora, lo spagnolo ha girato più veloce di Rossi anche quando hanno fatto la gara a chi mangiava più hot-dog, e sembra pericolosamente imprendibile quando la moto va semi-quasi-bene; ha detto che non è tutto ok, che deve migliorare. Credo che non lo vedremo felice nemmeno se vincesse il mondiale già ad Aragon.
Guardatevi i tempi e capirete.
Felice invece il buon Valentino (vi metto il cognome, o sapete di parlo?). La Yamaha va veloce anche con Folger, Lorenzo le prende da Dovizioso e ogni elemento ciclistico/motoristico provato dal pesarese sembra funzionare alla grande. Il 38enne italiano è il mio favorito per il titolo, sempre che Vinales o Marquez non battezzino quelle stagioni in cui uno scappa sempre e gli altri lottano per il terzo posto. Rossi nel corpo a corpo resta il migliore e quest’anno sembra avere un grandissimo passo.

Riguardo a Marquez, le possibilità sono le seguenti: uno, va tutto come nel 2014, cioè RC213V imprendibile e mondiale vinto a Giugno; due, va tutto come nel 2016, quindi piove tanto, Valentino butta via 4 gare, e Vinales si dimentica di guidare sull’acqua; tre, le Yamaha vanno forti e lui dovrà vedersela con un ragazzino che odia, e con un vecchietto che afferma di adorare. È diventato ragioniere, ma è giovane per accontentarsi dei secondi posti. Soprattutto se la lotta al podio è estesa a una rosa di 7-8 piloti.
Non mi esprimo su Pedrosa, che guida sempre come se corresse gratis e solo per la gloria. Mi esprimo invece su KTM e Aprilia: Smith le prende dai collaudatori, e non solo da Stoner, ma anche da quei giapponesi con il nome impronunciabile; riguardo Noale invece, un flash ogni tanto di Espargaro vale tutti i soldi che si stanno investendo?

Alla prossima.

Annunci

9 pensieri riguardo “Lunedinsella – E Jorge Lorenzo???

  1. un bel resoconto di una tre giorni di test. Saranno test ma dicono già qualcosa. Lorenzo dovrà soffrire sotto la montagna di dollari e va a finire che litigherà pure con il buon Dovi come fece con Rossi.
    C’è una pattuglia di outsider che daranno molti dispiaceri alle illustre prime linee, specialmente nelle qualifiche e qualcuno dovrà scannarsi nelle Q1 per prendere uno dei due posti disponibili.
    Valentino ostenta sicurezza. Il passo è buono e la cura dei dettagli mi sembra buona, diversamente dallo scorso anno, che puntava più sulle performance che sulle prove. Dice di essere indietro con la forma fisica ma secondo si nasconde un po’ come Marquez.
    Dalla KTM ni aspettavo qualcosa di meglio ma Smith sembra davvero scarso.

    Mi piace

    1. Bene. Allora: 1. non credo nella lite Lorenzo Dovi. Nessuno dei due ha il litigio facile ed entrambi vengono da compagni di box scomodi.

      Sugli outsider. Sicuri della Q2: Rossi – Vinales – Pedrosa – Marquez… e poi?
      Forse le Ducati, probabilmente le Suzuki, qualche volta Crutchlow… Diciamo che dietro dietro vedo le KTM, Miller e Rabat, Abraham, Baz e basta. Gli altri possono dire sempre la loro. Speriamo bene.
      Rossi ostenta sicurezza. A questo giro può, Vinales non è Lorenzo per due motivi: meno esperto, più talentuoso. Vinales in forma sarà imprendibile per Valentino e non soffrirà acqua, pneumatici e quant’altro. Ma deve arrivarci a quei livelli.

      Marquez non si nasconde. Hanno fatto casino in Giappone, quindi la RC213V è arrivata senza la prova del banco. Una follia. Per due giorni hanno lavorato sulle erogazioni dei due motori.
      .
      Ktm: il livello è buono, ma se proprio devi “rubare” un Leader di Progetto, perché proprio quello Aprilia?

      Lunedì prossimo parlerò di Moto 2 e Supersport.

      Liked by 1 persona

      1. è vero che Dovi non ha la lite facile ma quando Lorenzo scoprirà che va più forte di lui, secondo me entra in crisi.
        Ok. diamo per scontato in Q2 due Honda e due Yamaha. Per gli altri 6 + 2 posti sarà battaglia feroce, se escludiamo le 2 KTM, 2 Aprilia e i due MarcVDS. Comunque daranno fastidio anche ai 4 predestinati.
        Ok per Vinales e Rossi. Se quest’anno Rossi centra la stella, poi inizia l’era Vinales, Yamaha permettendo.
        La tua osservazione su KTM è corretta. Quello che capisco meno è usare motore Honda e telaio KTM. Diventa una clienti Honda più danarosa.
        A lunedì

        Mi piace

        1. Questione KTM: in motoGp è una KTM al 100%. In moto2: fai il telaio e le sospensioni, diciamo che sei cliente per 1/3 ma costruttore per 2/3. È comunque un buona dipendenza. Già quest’anno erano indipendenti (Zarco montava le sospensioni OW)

          Questione Rossi-Vinales: sono diversi, e incompatibili, non nascerà mai una lite come con Lorenzo. Vinales mi ricorda Stoner. Taciturno, veloce, diretto. E sarà un problema soprattutto per Marquez.

          Dovi/Lorenzo: il forlinese non è lento, ha guidato la peggior Honda di sempre (la RC212) e ha fatto un solo anno di M1. Lorenzo però le ha già prese dal Dovi (2004 – 125/2005 – 250). Secondo me è più pronto ad assorbire il colpo. Per quanto abbia dichiarato a Sepang di “sentirsi almeno a livello di Dovi e Stoner”. Vedremo.

          Liked by 1 persona

          1. per KTM avevo capito che montava un motore Honda, lo stesso di Marquez. Evidentemente avevo letto o capito male.
            Certo Rossi e Vinales sono diversi ma ognuno dei due è consapevole della propria forza. Non si aiuteranno a vicenda ma sarà un problema per Marquez, perché non potrà godere della loro rivalità e fare il ragioniere quest’anno non renderà come lo scorso anno.
            Se il pentacampione dichiara di ‘sentirsi almeno allo stesso livello di Dovi e Stoner’ beh! non è una grande dichiarazione.
            Certo che Dovi è veloce. In più conosce la moto. Nel senso che lui si è adattato a lei oppure ha adattato lei al suo stile di guida. Certo non si vedranno scintille, come lo scorso anno tra Dovi e Iannone, ma di certo Lorenzo non avrà la vita facile.

            Mi piace

            1. Ktm. No, solo in Moto2 monteranno motore Honda. Tra l’altro mi dispiace che non facciano la Stock300, visto che la loro 390 è una gran buona moto.
              Ma scelta loro.


              Vinales e Rossi sono complementari. Lorenzo arrivava da due iridi straconquistate in modo imbarazzante. Vinales arriva con un curriculum notevole, ma anche questa aurea da “camomillo”. Non ce lo vedo a tirar merda fuori/dentro il paddock diciamo e non vedo nemmeno Rossi farlo al suo posto.
              Marquez, se Vinales va forte, dovrà cambiare strategia, perché Lorenzo è prevedibile (parte, scappa, vince), Vinales anche in Moto3 si adattava molto alle condizioni di gara. E ricordiamoci che la Yamaha è una signora moto. Non vedo però la lotta a 3: uno tra Marquez, Rossi e Vinales a metà anno sarà fuori dal titolo.
              E comunque: occhio a Iannone (vedi 1993 e 2000).
              La dichiarazione su Dovi può starci. Su Stoner non saprei. L’australiano è sbruffone e brusco, per carità, ma sta fermo 7 mesi e fa quei tempi con una moto che Dovizioso asseconda dopo 1 giorno e Lorenzo (nemmeno completamente) dopo 3. Certo, Casey non è mai stato il massimo della costanza, ma ha un passo che chiunque si sogna.

              Liked by 1 persona

              1. ok per la KTM.
                D’accordo anche sul trio Vinales, Rossi e Marquez. Lorenzo vince se riesce a scappare. Quest’anno non so se ce la farà ad attuare la sua carica. La Ducati potrebbe assecondarlo ma dipende da quanto si adatta.
                Stoner? Sì, sbruffone. Non conosce le mezze misure. O è imprendibile oppure sparisce. Le corse gli mancano ma il campionato è troppo lungo per i suoi gusti attuali.

                Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...